Blog

IL POTERE DELLE EMOZIONI POSITIVE

L’essere umano è fatto per le emozioni positive. La gioia, l’altruismo e tutte le altre emozioni positive condizionano in modo salutare anche il nostro corpo, mentre le emozioni negative come, ad esempio, la rabbia, a lungo andare, ci fanno ammalare. Anche la medicina ufficiale afferma che le emozioni negative hanno una correlazione molto stretta con le malattie cardiovascolari e con le varie forme tumorali, così tanto diffuse nelle nostre società contemporanee. Il Buddhismo di matrice Theravāda (è la scuola più antica e tradizionale, fra quelle conosciute, che parlano degli insegnamenti di Buddha) aveva già da migliaia di anni affermato questa…
0
Read More

COME FUNZIONANO LE EMOZIONI: UN MODELLO DI ATTIVAZIONE

Il modello che intendo presentare in questo articolo ci permette di capire come gestire, in modo sano e costruttivo, le emozioni, come ad esempio la paura. Le ricerche più recenti sul tema dell’emotività ci dicono che esistono dei circuiti innati che potremmo chiamare, semplificando al massimo, circuiti innati di sopravvivenza. Questi circuiti sono presenti non solo nell’uomo, ma anche negli animali. Ad esempio, se un ratto si rende conto che nelle sue vicinanze c’è un felino in cerca di una preda, allora si attiva in lui un meccanismo innato di sopravvivenza che lo blocca in una posizione di assoluta immobilità,…
0
Read More

MATTEO SALVINI: LA REPPRASENTAZIONE DEL DISAGIO

Questo è un articolo atipico, per un blog che tratta di benessere fisico e mentale. Tuttavia la comunicazione di Matteo Salvini tocca dei temi che sono per noi di grande interesse. Matto Salvini sembra l’unico, sulla scena mediatico-politica, almeno in questo momento, a ricordare che esiste una percezione soggettiva della realtà. La percezione soggettiva della realtà è una sorta di realtà parallela a quella effettivamente esistente. Ognuno di noi ha una esperienza soggettiva diversa della realtà che lo circonda anche se la realtà è sempre la stessa. Questo dipende da come funziona il cervello. In sostanza la mente, semplificando al…
2
Read More

COME LA MEDITAZIONE PUO’ PROMUOVERE IL BENESSERE FISICO E MENTALE

Si è soliti pensare che la meditazione sia una pratica ascetica orientale molto complicata, che possono praticare solo i monaci. Questo è vero solo per le pratiche meditative più profonde. Infatti la meditazione in realtà è una pratica alla portata di tutti. Altro mito da sfatare è che si può meditare solo in un posto tranquillo, come ad esempio una foresta, con gli occhi chiusi e in una posizione di yoga seduti. In realtà ogni attività umana può essere tramutata, con il giusto allenamento, in una pratica meditativa. Si può meditare mangiando, camminando, ascoltando musica, lavando i piatti, … La…
0
Read More

ASCOLTARE IL PROPRIO CORPO

L’uomo contemporaneo sembra estremamente concentrato sull’intelletto. Il pensiero è l’attività più “nobile” che un uomo possa svolgere. L’intelligenza umana, si ritiene, risieda esclusivamente nel pensiero logico-formale. Parlare di intelligenza del corpo sembra quasi una “bestemmia”. Eppure, se riflettiamo un attimo, possiamo capire che il corpo è estremamente “intelligente”. Pensiamo solo alla immensa capacità di elaborazione di informazioni che occorre per coordinare tutte le membra per mantenersi in equilibrio e camminare. Eppure noi stiamo in piedi e camminiamo in modo del tutto naturale e senza pensarci su. Se riflettiamo sull’enorme complessità di tutte le nostre funzioni corporee involontarie, capiamo che una…
0
Read More

LA FUNZIONE DEL RESPIRO NEL BENESSERE PSICO-FISICO

Come tutti sappiamo il respiro è vita. Nella rianimazione il ripristino del respiro, da parte dei sanitari, è il primo intervento da fare. La respirazione, se addestrata, può costituire un potente mezzo per ottenere benessere psico-fisico. Vediamo come. Possiamo individuare tre tipi di respirazione: 1)      Respirazione energetica; 2)      Respirazione rilassata; 3)      Respirazione meditativa. La respirazione energetica serve per recuperare energie quando ci sentiamo “scarichi”. Per una corretta respirazione energetica si procede in questo modo: si deve respirare con la pancia (tecnicamente si chiama respirazione diaframmatica, ovvero si respira con il diaframma); quando si inspira il nostro addome si gonfia e…
0
Read More

MEDITAZIONE E DOLORE

Il dolore è un’esperienza soggettiva, influenzata da fattori culturali, dal significato della situazione specifica e da altre variabili psicologiche. I processi del dolore non cominciano con la semplice stimolazione dei recettori. Infatti ferite o malattie producono segnali neuronali che entrano in relazione con il sistema nervoso il quale comprende un substrato di passate esperienze, cultura, ansia. Questi processi mentali partecipano attivamente nella selezione, astrazione e sintesi delle informazioni che provengono dagli input sensoriali. Il dolore, quindi, non è semplicemente il prodotto finale di un sistema di trasmissione sensoriale lineare, ma è un processo dinamico che produce continue interazioni con il…
0
Read More

COME FAR CAPIRE ALLE PERSONE QUELLO CHE DICIAMO

In questo articolo parleremo della strategia necessaria per farsi comprendere dal nostro interlocutore quando stiamo comunicando qualcosa che riteniamo importante. In particolare parleremo del “clima emotivo” tra gli interlocutori. Molte persone tendono a criticare l’interlocutore con cui voglio comunicare. Tanto più si ritine importante quello che si vuole esprimere, tanto più la critica è emotivamente colorita. Immaginiamo, ad esempio, quando parliamo con un figlio che si è comportato male: la tensione emotiva del genitore e del figlio saranno molto alte. Quando la tensione emotiva è alta il corpo, automaticamente, percepisce questa situazione come una situazione pericolosa. Si produce quindi un…
0
Read More

L’ IMPORTANZA DI ALLENARE LA PROPRIA MENTE

Nel senso comune il concetto di allenamento o di allenare è generalmente legato allo sport, ovvero è un concetto legato al corpo. L’allenamento consente al corpo di migliorare le proprie prestazioni fisiche, ad esempio, aumentare la velocità nella corsa, la resistenza alla fatica e così via. E’ interessante notare che per chiunque è immediato “avere coscienza” che una prestazione fisica (correre, salire le scale, sollevare un peso, …) viene concretizzata attraverso un “meccanismo anatomico” il corpo. Il corpo, poi ha le sue “regole di funzionamento” violare le quali comporta dei danni temporanei o permanenti, a seconda dei casi. Allenare il…
0
Read More